Pagina:La Sacra Bibbia (Diodati 1885).djvu/475

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search




e le sue benedizioni. SALMI,19, 20. Il creato e la Legge.
splendere la mia lampana; il Signore Iddio mio allumina le mie tenebre;

28 Perciocchè per la tua virtù io rompo tutta una schiera; e per la virtù dell’Iddio mio salgo sopra il muro.

29 La via di Dio è intiera1; la parola del Signore è purgata col fuoco2; egli è lo scudo di tutti coloro che sperano in lui.

30 Perciocchè chi è Dio, fuor che il Signore? E chi è Rocca, fuor che l’Iddio nostro3?

31 Iddio è quel che mi cinge di prodezza, e che ha appianata la mia via.

32 Egli rende i miei piedi simili a quelli delle cerve, e mi fa star ritto in su i miei alti luoghi.

33 Egli ammaestra le mie mani alla battaglia4; e colle mie braccia un arco di rame è rotto.

34 Tu mi hai ancora dato lo scudo della tua salvezza; e la tua destra mi ha sostenuto, e la tua benignità mi ha accresciuto.

35 Tu hai allargati i miei passi sotto di me; e le mie calcagna non son vacillate.

36 Io ho perseguitati i miei nemici, e li ho aggiunti; e non me ne son tornato indietro, finchè non li abbia distrutti.

37 Io li ho rotti, e non son potuti risorgere; mi son caduti sotto i piedi.

38 E tu mi hai cinto di prodezza per la guerra; ed hai abbattuti sotto di me quelli che si levavano contro a me.

39 Ed hai fatto voltar le spalle a’ miei nemici davanti a me; ed io ho distrutti quelli che mi odiavano.

40 Essi gridarono, ma non vi fu chi li salvasse; gridarono al Signore, ma egli non rispose loro5.

41 Ed io li ho tritati, come polvere esposta al vento; io li ho spazzati via, come il fango delle strade.

42 Tu mi hai scampato dalle brighe del popolo; tu mi hai costituito capo di nazioni6; il popolo che io non conosceva mi è stato sottoposto7.

43 Al solo udir degli orecchi si son ridotti sotto la mia ubbidienza; gli stranieri si sono infinti inverso me.

44 Gli stranieri son divenuti fiacchi, ed hanno tremato di paura, fin dentro a’ lor ripari.

45 Viva il Signore, e benedetta sia la mia Rocca; e sia esaltato l’Iddio della mia salute;

46 Iddio che mi dà il modo di far le mie vendette, e che mi sottomette i popoli.

47 Che mi scampa da’ miei nemici, ed anche mi solleva d’infra quelli che mi assaltano, e mi riscuote dall’uomo violento.

48 Perciò, o Signore, io ti celebrerò fra le genti, e salmeggerò al tuo Nome8;

49 Il quale rende magnifiche le vittorie del suo re, ed usa benignità inverso Davide suo unto, e inverso la sua progenie in perpetuo9.

SALMO 19.

Eccellenza del creato e della Legge.

Salmo di Davide, dato al Capo de’ Musici.

1 I CIELI raccontano la gloria di Dio; e la distesa annunzia l’opera delle sue mani10.

2 Un giorno dietro all’altro quelli sgorgano parole; una notte dietro all’altra dichiarano scienza.

3 Non hanno favella, nè parole; la lor voce non si ode;

4 Ma la lor linea esce fuori per tutta la terra, e le lor parole vanno infino all’estremità del mondo. Iddio ha posto in essi un tabernacolo al sole;

5 Ed egli esce fuori, come uno sposo dalla sua camera di nozze; egli gioisce, come un uomo prode a correr l’aringo.

6 La sua uscita è da una estremità de’ cieli, e il suo giro arriva infino all’altra estremità; e niente è nascosto al suo calore.

7 La Legge del Signore è perfetta, ella ristora l’anima; la testimonianza del Signore è verace, e rende savio il semplice.

8 Gli statuti del Signore son diritti, e rallegrano il cuore; il comandamento del Signore è puro, ed illumina gli occhi.

9 Il timor del Signore è puro, e dimora in eterno; i giudicii del Signore son verità, tutti quanti son giusti;

10 Sono più desiderabili che oro, anzi più che gran quantità d’oro finissimo11; e più dolci che miele, anzi che quello che stilla da’ favi.

11 Il tuo servitore è eziandío avvisato per essi; vi è gran mercede in osservarli.

12 Chi conosce i suoi errori? Purgami di quelli che mi sono occulti12.

13 Rattieni eziandío il tuo servitore dalle superbie, e fa’ che non signoreggino in me13; allora io sarò intiero, e purgato di gran misfatto.

14 Sieno grate nel tuo cospetto le parole della mia bocca, e la meditazione del cuor mio, o Signore, mia Rocca, e mio Redentore14.

SALMO 20.

Preghiera pel re in guerra.

Salmo di Davide, dato al Capo de’ Musici.

1 IL Signore ti risponda nel giorno che tu sarai in distretta; leviti ad alto in salvo il Nome dell’Iddio di Giacobbe;


  1. Apoc. 15. 3.
  2. Prov. 30. 5.
  3. Deut. 32. 31, 39. 1 Sam. 2. 2. Is. 45. 5.
  4. Sal. 144. 1.
  5. Prov. 1. 28. Zac. 7. 13.
  6. 2 Sam. 8. 114.
  7. Is. 55. 5.
  8. Rom. 15. 9.
  9. 2 Sam. 7. 1216.
  10. Rom. 1. 19, 20.
  11. Sal. 119. 72, 127. Prov. 8. 10, 11, 19.
  12. Sal. 90. 8.
  13. Rom. 6. 1214.
  14. 1 Tess. 1. 10.

467