Pagina:La Sacra Bibbia (Diodati 1885).djvu/508

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Fralezza della vita. SALMI 90–92. Sicurtà del credente.

SALMO 90.

Fralezza dell’uomo, provvidenza di Dio.

Orazione di Mosè, uomo di Dio.

1 O SIGNORE, tu ci sei stato un abitacolo In ogni età.

2 Avanti che i monti fosser nati, e che tu avessi formata la terra ed il mondo; anzi ab eterno in eterno tu sei Dio1.

3 Tu fai ritornar l’uomo in polvere, e dici: Ritornate, o figliuoli degli uomini2.

4 Perciocchè mille anni sono appo te Come il giorno d’ieri, quando è passato3; o come una vegghia nella notte.

5 Tu porti via gli uomini, come per una piena d’acque; essi non sono altro che un sogno; son come l’erba che si rinnovella la mattina4.

6 La mattina ella fiorisce e si rinnovella; e la sera è segata e si secca5.

7 Perciocchè noi veniam meno per la tua ira; e siam conturbati per lo tuo cruccio.

8 Tu metti davanti a te le nostre iniquità, e i nostri peccati occulti alla luce della tua faccia6.

9 Conciossiachè tutti i nostri giorni dichinino per la tua ira; noi abbiam forniti gli anni nostri così presto come una parola.

10 I giorni de’ nostri anni, in alcuni non sono che settant’anni; e in altri, se ve ne sono di maggiori forze, che ottant’anni; ed anche il fiore di quelli non è altro che travaglio e vanità; perciocchè di subito è riciso, e noi ce ne voliam via.

11 Chi conosce la forza della tua ira, e la tua indegnazione, secondo che devi esser temuto?

12 Insegnaci adunque a contare i nostri dì; acciocchè acquistiamo un cuor savio7.

13 Rivolgiti, Signore; infino a quando? E sii rappacificato inverso i tuoi servitori8.

14 Saziaci ogni mattina della tua benignità; acciocchè giubiliamo, e ci rallegriamo tutti i dì nostri.

15 Rallegraci, al par de’ giorni che tu ci hai afflitti; degli anni che abbiamo sentito il male.

16 Apparisca l’opera tua verso i tuoi servitori, e la tua gloria verso i lor figliuoli.

17 E sia il piacevole sguardo del Signore Iddio nostro sopra noi; e addirizza, o Signore, sopra noi l’opera delle nostre mani.

SALMO 91.

Sicurezza di chi si rifugia in Dio.

1 CHI dimora nel nascondimento dell’Altissimo, alberga all’ombra dell’Onnipotente.

2 Io dirò al Signore: Tu sei il mio ricetto e la mia fortezza; mio Dio, in cui mi confido.

3 Certo egli ti riscoterà dal laccio dell’uccellatore, dalla pestilenza mortifera.

4 Egli ti farà riparo colle sue penne, e tu ti ridurrai in salvo sotto alle sue ale; la sua verità ti sarà scudo e targa.

5 Tu non temerai di spavento notturno9, di saetta volante di giorno;

di pestilenza che vada attorno nelle tenebre; di sterminio che distrugga in pien mezzodì.

7 Mille te ne caderanno al lato manco, e diecimila al destro; e pur quello non ti aggiungerà.

8 Sol riguarderai con gli occhi, e vedrai la retribuzione degli empi,

9 Perciocchè, o Signore, tu sei il mio ricetto; tu hai costituito l’Altissimo per tuo abitacolo.

10 Male alcuno non ti avverrà, e piaga alcuna non si accosterà al tuo tabernacolo10.

11 Perciocchè egli comanderà a’ suoi Angeli intorno a te, che ti guardino in tutte le tue vie.

12 Essi ti leveranno in palma di mano, che talora il tuo piè non s’intoppi in alcuna pietra11.

13 Tu camminerai sopra il leone, e sopra l’aspido; tu calcherai il leoncello e il dragone.

14 Perciocchè egli ha posta in me tutta la sua affezione, dice il Signore, io lo libererò; e lo leverò ad alto, perchè egli conosce il mio Nome.

15 Egli m’invocherà, e io gli risponderò12; io sarò con lui quando sarà in distretta; io lo riscoterò e lo glorificherò.

16 Io lo sazierò di lunga vita, e gli farò veder la mia salute.

SALMO 92.

Il Signore lodato per le sue opere, per la sua giustizia e per la sua grazia.

Salmo di cantico per il giorno del sabato.

1 EGLI è una bella cosa di celebrare il Signore, e di salmeggiare al tuo Nome, o Altissimo;

2 Di predicare per ogni mattina la tua benignità, e la tua verità tutte le notti;

3 In sul decacordo, e in sul saltero; con canto di voce, giunto alla cetera.

4 Perciocchè, o Signore, tu mi hai rallegrato colle tue opere; io giubilo ne’ fatti delle tue mani.

5 Quanto son grandi, o Signore, le tue opere13! I tuoi pensamenti son grandemente profondi14.


  1. Prov. 8. 23, 25, 26.
  2. Gen. 3. 19. Eccl. 12. 7.
  3. 2 Piet. 3. 8.
  4. Sal. 103. 15. Is. 40. 6.
  5. Giob. 14. 2.
  6. Ger. 16. 17.
  7. Sal. 39. 4.
  8. Deut. 32. 36. Sal. 135. 14.
  9. Sal. 121. 6. Prov. 3. 23, 24. Is. 43. 2.
  10. Prov. 12. 21.
  11. Mat. 4. 6. Luc. 4. 10, 11. Eb. 1. 14.
  12. Sal. 50. 15.
  13. Sal. 40. 5.
  14. Is. 28. 29. Rom. 11. 33, 34.

500