Pagina:La Sacra Bibbia (Diodati 1885).djvu/525

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Preghiera per Gerusalemme. SALMI 122–126. È sicuro chi fida in Dio.


6 Di giorno il sole non ti ferirà, nè la luna di notte1.

7 Il Signore ti guarderà d’ogni male; egli guarderà l’anima tua.

8 Il Signore guarderà la tua uscita e la tua entrata, da ora, e fino in eterno.

SALMO 122.

Preghiera per la pace di Gerusalemme.

Cantico di Maalot2, di Davide.

1 IO mi son rallegrato di ciò che mi è stato detto: Andiamo alla Casa del Signore3.

2 O Gerusalemme, i nostri piedi son fermi nelle tue porte.

3 Gerusalemme, che sei edificata Come una città che è ben congiunta insieme.

4 Là ove salgono le tribù4, le tribù del Signore, alla Testimonianza d’Israele, per celebrare il Nome del Signore,

5 Perciocchè quivi son posti i seggi per lo giudicio, i seggi della Casa di Davide5.

6 Richiedete la pace di Gerusalemme; o Gerusalemme, prosperino quelli che ti amano.

7 Pace sia nelle tue fortezze, e tranquillità ne’ tuoi palazzi.

8 Per amor de’ miei fratelli e de’ miei prossimi, io dirò ora: Pace sia in te.

9 Per amor della Casa del Signore Iddio nostro, io procaccerò il tuo bene.

SALMO 123.

Preghiera del fedele disprezzato.

Cantico di Maalot.

1 IO alzo gli occhi miei a te, che abiti ne’ cieli.

2 Ecco, come i servi hanno gli occhi alla mano de’ lor padroni; come la serva ha gli occhi alla mano della sua padrona, così noi abbiamo gli occhi nostri al Signore Iddio nostro, infino a tanto ch’egli abbia pietà di noi.

3 Abbi pietà di noi, Signore, abbi pietà di noi; perciocchè noi siamo molto sazii di disprezzo.

4 L’anima nostra è grandemente sazia Dello scherno degli uomini agiati, dello sprezzo degli altieri.

SALMO 124.

Dio solo ha liberato il suo popolo.

Cantico di Maalot, di Davide.

1 DICA pure ora Israele: Se non che il Signore fu per noi;

2 Se non che il Signore fu per noi,
quando gli uomini si levarono contro a noi;

3 Essi ci avrebbero tranghiottiti tutti vivi, allora che l’ira loro ardeva contro a noi;

4 Allora le acque ci avrebbero inondati; il torrente sarebbe passato sopra l’anima nostra;

5 Allora le acque gonfiate Sarebbero passate sopra l’anima nostra.

6 Benedetto sia il Signore, che non ci ha dati in preda a’ lor denti.

7 L’anima nostra è scampata dal laccio degli uccellatori, come un uccelletto; il laccio è stato rotto, e noi siamo scampati.

8 Il nostro aiuto è nel Nome del Signore, che ha fatto il cielo e la terra.

SALMO 125.

Sicurtà di chi fida in Dio.

Cantico di Maalot.

1 QUELLI che si confidano nel Signore, son come il monte di Sion, il quale non può essere smosso, e che dimora in perpetuo.

Come Gerusalemme è intorniata di monti, così il Signore è intorno al suo popolo, da ora in eterno.

3 Perciocchè la verga d’empietà non riposerà in perpetuo Sopra la sorte de’ giusti; acciocchè talora i giusti non mettano le lor mani ad alcuna iniquità.

4 O Signore, fa bene a’ buoni, ed a quelli che son diritti ne’ lor cuori.

5 Ma, quant’è a quelli che deviano dietro alle loro obliquità, scaccili il Signore con gli operatori d’iniquità. Pace sia sopra Israele.

SALMO 126.

Lode a Dio per aver ritratto il popolo dalla cattività.

Cantico di Maalot.

1 QUANDO il Signore ritrasse Sion di cattività, egli ci pareva di sognare.

2 Allora fu ripiena la nostra bocca di riso, e la nostra lingua di giubilo6; allora fu detto fra le nazioni: Il Signore ha fatte cose grandi inverso costoro.

3 Il Signore ha fatte cose grandi inverso noi; noi siamo stati ripieni di letizia.

4 Signore, ritiraci di cattività; il che sarà come correnti rivi in terra meridionale.

5 Quelli che seminano con lagrime, mieteranno con canti7.

6 Ben vanno piangendo, mentre portano la semenza comprata a prezzo; ma certo torneranno con canti, portando i lor fasci.

  1. Apoc. 7. 16.
  2. cioè: di gradi.
  3. Is. 2. 3. Zac. 8. 21.
  4. Deut. 16. 16.
  5. Deut. 17. 8.2 Cron. 19. 8.
  6. Sal. 53. 6; 85. 1.
  7. Ger. 31. 9, ecc.

517