Pagina:La Sacra Bibbia (Diodati 1885).djvu/490

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Il cuor rotto e contrito. SALMI 52–54. Corruzione degli empi.
6 Ecco, ti è piaciuto insegnarmi verità nell’interiore, e sapienza nel di dentro1.

7 Purgami con isopo, e sarò netto2; lavami, e sarò più bianco che neve3.

8 Fammi udire gioia ed allegrezza; fa che le ossa che tu hai tritate, festeggino4.

9 Nascondi la tua faccia da’ miei peccati5, e cancella tutte le mie iniquità.

10 O Dio, crea in me un cuor puro, e rinnovella dentro di me uno spirito diritto6.

11 Non rigettarmi dalla tua faccia; e non togliermi lo Spirito tuo santo7.

12 Rendimi l’allegrezza della tua salute; e fa che lo Spirito volontario mi sostenga.

13 Io insegnerò le tue vie a’ trasgressori; e i peccatori si convertiranno a te8.

14 Liberami dal sangue9, o Dio, Dio della mia salute; la mia lingua canterà con giubilo la tua giustizia.

15 Signore, aprimi le labbra; e la mia bocca racconterà la tua lode.

16 Perciocchè tu non prendi piacere in sacrificio10; altrimenti io l’avrei offerto; tu non gradisci olocausto.

17 I sacrificii di Dio sono lo spirito rotto; o Dio, tu non isprezzi il cuor rotto e contrito11.

18 Fa del bene a Sion per la tua benevolenza; edifica le mura di Gerusalemme.

19 Allora prenderai piacere in sacrificii di giustizia, in olocausti, e in offerte da ardere interamente; allora si offeriranno giovenchi sul tuo Altare.

SALMO 52.

Davide predice la rovina dell’empio e si affida in Dio.

Maschil di Davide, dato al Capo de’ Musici; intorno a ciò che Doeg Idumeo era venuto a rapportare a Saulle che Davide era entrato in casa di Ahimelec12.

1 O POSSENTE uomo, perchè ti glorii del male? La benignità del Signore dura sempre.

2 La tua lingua divisa malizie; ella è come un rasoio affilato, o tu, operatore d’inganni.

3 Tu hai amato il male più che il bene; la menzogna più che il parlare dirittamente.

4 Tu hai amate tutte le parole di ruina, o lingua frodolente.

5 Iddio altresì ti distruggerà in eterno; egli ti atterrerà, e ti divellerà dal tuo tabernacolo, e ti diradicherà dalla terra de’ viventi. (Sela.)

6 E i giusti lo vedranno, e temeranno; e si rideranno di lui, dicendo:

7 Ecco l’uomo che non aveva posto Id-
dio per sua fortezza; anzi si confidava nella grandezza delle sue ricchezze, e si fortificava nella sua malizia.

8 Ma io sarò come un ulivo verdeggiante nella Casa di Dio; io mi confido nella benignità di Dio in sempiterno.

O Signore, io ti celebrerò in eterno; perciocchè tu avrai operato; e spererò nel tuo Nome, perciocchè è buono, ed è presente a’ tuoi santi.

SALMO 53.

L’empio nega Iddio e si corrompe.

Maschil di Davide, dato al Capo de’ Musici, sopra Mahalat.

1 LO stolto ha detto nel suo cuore: Non vi è Dio13. Si son corrotti, e resi abbominevoli in perversità; non vi è niuno che faccia bene.

2 Iddio ha riguardato dal cielo sopra i figliuoli degli uomini. Per vedere se vi fosse alcuno che avesse intelletto, che cercasse Iddio.

3 Tutti son corrotti, tutti son divenuti puzzolenti; non vi è niuno che faccia bene, non pur uno.

4 Non hanno essi alcuno intendimento, questi operatori d’iniquità, che mangiano il mio popolo, come se mangiassero del pane, e non invocano Iddio?

5 Là saranno spaventati di grande spavento, ove però non sarà cagion di spavento; perciocchè il Signore dissipa le ossa di coloro Che si accampano contro a te, o Sion; tu li hai svergognati; perciocchè Iddio li sdegna.

6 Oh! vengano pur da Sion le salvazioni d’Israele! Quando Iddio trarrà di cattività il suo popolo, giacobbe festeggerà, israele si rallegrerà.

SALMO 54.

Preghiera di Davide per esser liberato.

Maschil di Davide, dato al Capo de’ Musici, sopra Neghinot. Intorno a ciò che gli Zifei vennero a dire a Saulle: Davide non si nasconde egli appresso di noi14?

1 O DIO, salvami per lo tuo Nome, e fammi ragione per la tua potenza.

2 O Dio, ascolta la mia orazione; porgi gli orecchi alle parole della mia bocca.

3 Perciocchè degli uomini stranieri si son levati contro a me; e degli uomini violenti cercano l’anima mia, i quali non pongono Iddio davanti agli occhi loro. (Sela.)

4 Ecco, Iddio è il mio aiutatore15; il Signore è fra quelli che sostengono l’anima mia.


  1. Giac. 1. 5.
  2. Es. 12. 22.
  3. Is. 1. 18.
  4. Mat. 5. 4.
  5. Ger. 16. 17.
  6. Ezecch. 36. 2527. Giov. 3. 3, ecc. 2 Cor. 5. 17.
  7. Ef. 4. 30.
  8. Luc. 22. 32.
  9. Gen. 9. 5, 6. 2 Sam. 11. 14, ecc.
  10. Is. 1. 11. Os. 6. 6.
  11. Is. 57. 15. Mat. 5. 3.
  12. 1 Sam. 21. 7; 22. 9, ecc.
  13. Sal. 14, e rif.
  14. 1 Sam. 23. 19; 26. 1.
  15. Rom. 8. 31.

482