Pagina:La Sacra Bibbia (Diodati 1885).djvu/487

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Cristo e la Chiesa. SALMI 45, 46. Fiducia completa in Dio.
danari, e non hai fatto alcuno avanzo de’ lor prezzi.

13 Tu ci hai posti in vituperio appresso i nostri vicini, in beffa, e in ischerno a quelli che stanno d’intorno a noi.

14 Tu ci hai messi ad essere proverbiati fra le genti, ed hai fatto che ci è scosso il capo contro fra i popoli.

15 Il mio vituperio è tuttodì davanti a me, e la vergogna della mia faccia mi ha coperto,

16 Per la voce del vituperatore e dell’oltraggiatore; per cagione del nemico e del vendicatore.

17 Tutto questo ci è avvenuto, e non però ti abbiamo dimenticato, e non ci siam portati dislealmente contro al tuo patto.

18 Il cuor nostro non si è rivolto indietro, e i nostri passi non si sono sviati da’ tuoi sentieri;

19 Quantunque tu ci abbi tritati, e messi in luogo di sciacalli; e ci abbi coperti d’ombra di morte.

20 Se noi avessimo dimenticato il Nome dell’Iddio nostro, ed avessimo stese le mani ad alcun dio strano,

21 Iddio non ne farebbe egli inchiesta? Conciossiachè egli conosca i segreti del cuore1.

22 Anzi, per cagion tua siamo uccisi tuttodì, siam reputati come pecore da macello2.

23 Risvegliati; perchè dormi, Signore? Destati, non iscacciarci in perpetuo.

24 Perchè nascondi la tua faccia? Perchè dimentichi la nostra afflizione e la nostra oppressione?

25 Conciossiachè la nostra anima sia abbassata fin nella polvere, e il nostro ventre sia attaccato alla terra.

26 Levati in nostro aiuto, e riscuotici, per amor della tua benignità.

SALMO 45.

Descrizione profetica della unione spirituale di Cristo e della Chiesa.

Maschil, cantico d’amori, dato al Capo de’ Musici, de’ figliuoli di Core, sopra Sosannim.

1 IL mio cuore sgorga un buon ragionamento; io recito al Re le mie opere; la mia lingua sarà come la penna di un veloce scrittore.

2 Tu sei più bello che alcuno de’ figliuoli degli uomini; grazia è sparsa sulle tue labbra3; perciò Iddio ti ha benedetto in eterno.

3 O prode, cingiti la tua spada al fianco4, che è la tua gloria, e la tua magnificenza;

4 E prospera nella tua gloria, cavalca in su la parola di verità, e di mansuetudine, e di giustizia; e la tua destra ti farà vedere opere tremende.

5 Le tue saette sono acute; i popoli caderanno sotto a te; esse entreranno nel cuor de’ nemici del Re.

6 O Dio, il tuo trono è in sempiterno; lo scettro del tuo regno è uno scettro di dirittura5.

7 Tu hai amata la giustizia, ed hai odiata l’empietà; perciò Iddio, l’Iddio tuo, ti ha unto. d’olio di letizia6 sopra i tuoi consorti.

8 Tutti i tuoi vestimenti son mirra, aloe, e cassia, che spandono il loro odore da’ palazzi d’avorio, dal luogo ove ti è dato diletto.

9 Figliuole di re sono fra i tuoi onori; la Sposa è alla tua man destra, adorna d’oro di Ofir.

10 Ascolta, fanciulla, e riguarda, e porgi l’orecchio; e dimentica il tuo popolo, e la casa di tuo padre;

11 E il Re porrà amore alla tua bellezza; adoralo adunque, perciocchè egli è il tuo Signore7.

12 E la figliuola di Tiro, e i ricchi fra i popoli ti supplicheranno con presenti.

13 La figliuola del Re è tutta gloriosa dentro8; la sua vesta è tutta trapunta d’oro.

14 Ella sarà condotta al Re in vesti ricamate, avendo dietro a sè le vergini sue compagne, che ti saranno eziandío addotte, o Re.

15 Ti saranno condotte con letizia, e con gioia; ed entreranno nel palazzo del Re.

16 I tuoi figliuoli saranno in luogo de’ tuoi padri; tu li costituirai principi per tutta la terra9.

17 Io pubblicherò la memoria del tuo Nome, per ogni età; perciò, ti celebreranno i popoli in sempiterno.

SALMO 46.

Completa fiducia di quelli che credono in Dio.

Cantico, dato al Capo de’ Musici, de’ figliuoli di Core, sopra Alamot.

1 IDDIO è nostro ricetto, e forza, ed aiuto prontissimo nelle distrette10.

2 Perciò noi non temeremo, quantunque la terra si tramutasse di luogo, e i monti smossi fosser sospinti in mezzo del mare;

E le acque di esso romoreggiassero, e s’intorbidassero; e i monti fossero scrollati dall’alterezza di esso. (Sela.)

4 Il fiume, i ruscelli di Dio rallegreranno la sua Città, il luogo santo degli abitacoli dell’Altissimo.

5 Iddio è nel mezzo di lei, ella non sarà smossa; Iddio la soccorrerà allo schiarir della mattina.

6 Le genti romoreggiarono, i regni si commossero11; egli diede fuori la sua voce, la terra si strusse.


  1. Sal. 139. 1.
  2. Rom. .. 6.
  3. Luc. 4. 22.
  4. Is. 9. 6. Eb. 4. 12. Apoc. 19. 15.
  5. Eb. 1. 8.
  6. Is. 1. l.
  7. Is. 4. 5.
  8. Apoc. 19. 7, 8.
  9. 1 Piet. 2. 9. Apoc. 1. 6; 5. 10; 20. 6.
  10. Sal. 45. 18.
  11. Sal. 2. 1.

479