Pagina:La guerra dell'Italia.djvu/14

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 12 —

pane che si mangia o il vestito che si porta addosso; ma servono a vivere, quando non si è bestie; servono a farti tenere in considerazione dal mondo. E tu vuoi essere tenuto in considerazione, non soltanto perchè ti piace di camminare a fronte alta, ma perchè sai che la considerazione del mondo serve anche per la vita materiale e che il disprezzo del mondo è pericoloso pei tuoi interessi.

Lorenzo. — Che devo dire, signor Dottore? Io non sono istruito; non posso competere con un Dottore. Sarà così; avrà avuto ragione il Governo.... Ma io sono un povero contadino e ragiono da contadino. Io vedo che mi hanno tolto due figli per mandarmeli forse a morire, e maledico la guerra.

Il medico. — Hai ragione di maledire la guerra; ma la guerra che avevano preparata e che hanno voluta i nostri nemici, non quella che facciamo noi per liberarci dalla schiavitù e per salvarci dalla rovina. Si cercava di vivere in armonia; ma l’Austria voleva ingrandirsi, la Germania voleva ingrandirsi. Sono esse che hanno scatenato questo flagello e hanno costretto tutti i popoli a pensare