Pagina:La riforma dell'Alcorano.djvu/12

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
6

para innanzi agli occhj, e la nota voce ripete: entra, e vedrai; mi trovo non so come in un sentiero tutto scintillante fuoco; sentomi rinvigorito, vi passo coraggioso sopra, e metto il piede in una profonda spelonca, ove con più impeto, l’aura mi respinge. Fermati, mi dice la nota voce, ed attendi i precetti dello Spirito vivificatore, che signoreggia in questo Luogo Sacro. Mi prostrai a terra immediatamente, ma ben presto un Personaggio rispettabile di volto rotondo, di barba lunghissima con una doppia Corona di oro in capo, tutto stellato, e con una lucida spada in mano mi piglia pel braccio, e mi dice: „Alzati figlio della luce, e senti le mie parole, poichè sei tu l’eletto fra mille, e mille a dissipare i vizj, che re-