Pagina:La riforma dell'Alcorano.djvu/49

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

43

co de’ mortali e risolveranno d’inalzare subito una Colonna di Marmo, in cui scolpiranno il tragico avvenimento, perchè serva di eterno obbrobrio ai giustamente castigati, e di perpetuo ammaestramento ai Regnanti, perchè non abusino più della soggezione de’ loro simili.

Voltate gli sguardi verso l’Aquilone, e vedrete un giovane Principe, che avendo regnato nella minore età sotto la direzione di due rapaci, ed inumani Reggenti, appena ha preso in mano le redini del Governo spasseggiando causalmente in un luogo silvestre, sente gli amari pianti di due Agricoltori, che esclamano: quando mai finiranno le nostre disgrazie? venga la morte, ed asciugherà le nostre lagrime. Tutto commosso il Principe si avvi-