Pagina:La riforma dell'Alcorano.djvu/51

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

45

affabile, ed umano il Principe in in mezzo a loro, e dice, che parlino liberamente, poiché egli è non meno pronto a rimediare i loro mali, che a sentirli. Subito uno di essi più disinvolto così parla: „Sire noi vi abbiamo inalzato sopra le nostre teste: abbiamo impegnati i nostri beni, e la nostra vita per lo splendore; del vostro Trono, e per la sicurezza della vostra Persona. Ci avete promesso in contraccambio di procurarci l'abbondanza, e di farci passare la vita senza timore. Ma chi l'avrebbe creduto, che sotto il vostro Governo siasi partita l'allegrezza dalle nostre case, e che le Feste celebrate per il vostro inalzamento alla Corona siansi cambiate in pianto, e che lo spavento, e l'orrore abbiano, succeduto alla dolce fiducia? In