Pagina:La traviata.djvu/30

Da Wikisource.
30

Io stesso gli ho svelato.
Egli a voi tornerà pel suo perdono;
Io pur verrò... Curatevi... mertate
Un’avvenir migliore;
Giorgio Germont... È tardi!.. (desolata)
Attendo, attendo... nè a me giungon mai!...
(si guarda nello specchio)
Oh come son mntata!...
Ma il Dottore a sperar pnre m’esorta
Ah con tal morbo ogni speranza è morta!...
Addio del passato bei sogni ridenti,
Le rose del volto già soho pallenti;
L’amore d’Alfredo pur esso mi manca
Conforto, sostegno dell’anima stanca...
Ah della Traviata sorridi al desìo
A lei, deh perdona, tu accoglila, o Dio.
Or tutto finì.
Le gioie, i dolori fra poco avran fine;
La tomba ai mortali di tntto è confine!..
Non lacrima o fiore avrà la mia fossa,
Non croce col nome che copra quest’ossa!
Ah della Traviata sorridi al desìo
A lei, deh perdona, tu accoglila, o Dio.
Or tutto finì. (siede)


Coro Baccanale esterno.


Largo al quadrupede
Sir della festa,
Di fiori e pampini
Cinto la testa...
Largo al più docile
D’ogni cornuto,
Di corni e pifferi
Abbia il saluto.
Parigini, date passo
Al trionfo del Bue grasso.
L’Asia, nè l’Africa
Vide il più bello,
Vanto ed orgoglio
D’ogni macello...
Allegre maschere,
Pazzi garmoni