Pagina:Landi - Vita di Esopo, 1805.djvu/134

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
120 D I   E S O P O

dissero: Non ci siamo affannati per la Volpe.

Sentenza della favola.

Questa favola significa, che alcuni vogliono guadagnare per le altrui fatiche. E fra due litiganti se non s’accordano, ne gode il terzo.


Del Pavone, e la Gaza. 37.


Il Pavone pregò gli Ucelli, che volendo creare un Re, per la sua bellezza facessero lui. La Gaza cominciò a parlare, e disse: Essendo tu Re, se l’Aquila comincerà a perseguitarci chi ci ajuterà.

Sentenza della favola.

La favola ci dimostra, che il Re non deve eleggersi per bellezza, ma per fortezza, e prudenza.


Della Nottola, lo Spino, ed il Mergo. 38.


La Nottola, lo Spino, ed il Mergo di compagnia deliberarono fare una mercanzia.