Pagina:Le ferrovie economiche d'Europa.djvu/144

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
138

e) Si toglieranno dalle linee Francesi le case Cantoniere per metterle al livello di tutte le altre ferrovie economiche che ne son prive.

Per le linee a scartamento di 1,90, si riterrà:

a) Corpo stradale largo 4,20; massicciata alta 0,45, dimensioni queste che hanno fatto buona prova in Isvezia. Si diminuisce il corpo stradale più dello scartamento atteso il proporzionatamente minor peso del materiale mobile sulle ferrovie ristrette.

b) Peso delle rotaje 28 Chilog.mi, ritenuto che le rotaje di 22 ed anche di 25 Chilog.mi di Anversa e di Svezia non dànno soddisfazione nell’esercizio, nè una vera economia a lungo andare.

c) Il valor dei terreni si ridurrà a lire 7,000 il Chil.mo, sia per la minor quantità occorrente pel ridotto corpo stradale, sia pel riflesso che le strade più economiche passeranno probabilmente per meno fertili e popolati distretti.

d) Il valore delle traversine lunghe 2m", poco più poco meno, si riterrà di lire 3, compresa la preparazione.

e) Il valore delle costruzioni in legname si supporrà eguale al doppio delle spese effettivamente incontrate in Isvezia, ove il materiale costa solo lire 30, il metro cubo.

Per le linee a scartamento di 1,m10 si riterrà:

a) Corpo stradale largo 4.m, massicciata alta 0,45.

b) Rotaje di 25 Chilog.mi al metro lineare.

c) Terreni lire 6600 al Chilometro.

d) Traversine lire 3 caduna.

e) Opere in legno due volte e mezzo la spesa pella linea di Uttersberg, ove il legname costa solo lire 26 al metro cubo e si lavorò forse troppo rozzamente.

Infine per le linee a scartamento di 1,067.

a) Corpo stradale largo 3,m80, massicciata alta 0,45.

b) Rotaje di 22,5 Chilog.mi al metro lineare.