Pagina:Le ferrovie economiche d'Europa.djvu/50

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
44


le locomotive tender provviste dalla Compagnia proprietaria; ma in estate quelle non bastano, ed occorrono le macchine gravi che hanno tender separato.

Pella manutenzione della strada occorrono circa un’uomo ed un quarto per chil.°: le guardie non si mettono che ai passi a livello principali, gli altri dovendo manovrarsi dai proprietari utenti, i quali sono multati se omettono di mantenere chiusa la barriera. Quanto alla manutenzione dei fabbricati, questa lascia alquanto a desiderare; le opere si lasciano decadere all’ultimo estremo possibile prima di ristaurarle; ciò avviene forse perchè la strada non appartiene a chi la esercita.

Nelle stazioni intermedie, un sol uomo fà tutto ed è pagato L. 95 al mese, ossia meno di quanto si usa sulle linee più importanti; a Peebles, ove s’incassano circa 240000 lire all’anno, si hanno 3 impiegati, due sviatori, e due manovali, tutte persone attivissime e che fanno ogni mestiere senza mai far questione di competenza o di dignità: il Capo Stazione, se occorre, presta una mano a caricare il bagaglio, e fra tutti si fà tutto.

La tariffa pei viaggiatori è più bassa che sulle linee principali; si pagano 13,5-9-6,6 centesimi per Chil. rispettivamente per le 3.* classi.

La velocità si tiene nei modesti limiti di 30 chil. l’ora.

Contrariamente a quanto si trova asserito in altri rapporti, nè il personale di questa linea attende ad altri servizi, oltre quello della ferrovia, nè il servizio si limita alle ore diurne per il risparmio d’olio.

Su questa linea, che naturalmente è a semplice via il telegrafo si limita alle stazioni estreme, e non s’impiega punto per regolare il movimento dei treni alla cui sicurezza si provvede, invece, col sistema detto del bastone (Staff System) approvato dal Governo, in uso in varie linee d’Inghilterra e che in Iscozia venne per la prima volta adottato su questa ferrovia di Peebles; eccone la descrizione:

La linea si divide in sezioni da 4 ad 8 Chil. di lunghezza od anche più, se maggiore sia la distanza fra le stazioni; all’origine di ogni sezione, che necessariamente coincide con una stazione,