Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/127

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

postvma. 95

LIII.


Emma, ti lascio a tavola
Ed io ritorno a casa a prender fiato.
Bevi, bevi a tuo comodo,
Sta tranquilla, che il conto è già pagato.
 

Son diventato pallido?
Ci son avvezzo: non è nulla, taci.
M'han guastato lo stomaco
Le polpette dell'oste ed i tuoi baci.