Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/358

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
326 adjecta.

EPIFANIA



     Nella profonda tenebra
passava il disperato urlo del vento;
     sulla terra pesavano
4la neve, la miseria e lo spavento,

     quando una fiamma vivida
arse nel ciel come una immensa face
     e un santo coro d’angeli
8cantò: «a Dio gloria ed alla terra pace!»

     Lieti i pastor salirono
sotto quel lume per la via deserta
     e doni assai recarono,
12poichè fede non v’ha senza l’offerta.

     Ma quando i Magi udirono
l’inno di pace andar per l’universo,
     ebber paura e dissero:
16«Se l’inno canta il vero, il regno è perso!»