Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/376

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
344 adjecta

ANNIVERSARIO

I.


     Or compie l’anno e Monsignor gradiva
lieto, de’ figli suoi l’omaggio e il dono
e nobilmente dall’altar bandiva
4la parola di Dio: — «pace e perdono!»

     «Cristo ci perdonò quando moriva,
Cristo l’agnello mansueto e buono.
Con Giuda egli cenò che lo tradiva,
8e di Pietro sorrise all’abbandono.

     «Io son l’Unto di Lui che con la mano
e col cor generoso ha benedetto
11l’adultera, lo scriba e il pubblicano.

     «Io son fonte d’amor, fiamma d’affetto;
io sono il Padre rinnegato invano;
14son la pace e il perdono. Iddio l’ha detto!» —