Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/377

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

adjecta 345

II.


     Iddio l’ha detto e della sua parola,
preti di Cristo, mi ricordo anch’io,
che m’insegnaste da bambino a scuola,
4a suon di nerbo la bontà di Dio.

     Ma, col crescer degli anni, il tempo invola
all’anima il candor credulo e pio
e se dal petto vostro alzai la stola,
8sempre un cor ci trovai peggio del mio.

     Perdono e pace! E pur, se bene ho visto,
non confuse l’amor con la loquela,
11ma il sangue sparse perdonando il Cristo.

     Perdono e pace! Ma se un verso cela
l’ombra d’un cenno che ti sembri tristo,
14sacerdote di Dio, mi dai querela!