Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/396

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
364 adjecta

XX SETTEMBRE


Diceva un Monsignor — «Se il calendario
     non segna una bugia,
oggi è il Venti Settembre, anniversario
     4solenne a Porta Pia.

Oggi l’alloro, l’inno e l’orifiamma
     trastullano i Romani
ed oggi il Re spedisce il telegramma
     8pei fogli di domani.

Come tutto mutò! L’istessà breccia
     che pareva un tracollo
fu rovina di pietre alla corteccia
     12che non toccò il midollo.

Prima, s’intende, facevamo i morti,
     ma lavorammo poi
e quando i furbi se ne sono accorti,
     16comandavamo noi.