Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/397

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

adjecta 365


Ma ce ne volle! I Santi e le Madonne
     furono il primo saggio,
col Viva il Papa-Re delle pie donne
     20giunte in pellegrinaggio.

Congressi, banche, fraterie, giornali,
     ci dieder poi buon frutto.
Guadagnammo Consigli e Tribunali
     24entrammo da per tutto.

Ora insegnam de’ framassoni ai figli
     di Don Bosco i prodigi
e solitari a Mondragone i gigli
     28cresciamo a San Luigi.

Ah, il vecchio regno, il piccioletto mostro,
     ormai chi più lo stima?
Oggi l’Italia intera è regno nostro
     32e stiam meglio di prima!

Manca soltanto un po’ d’Inquisizione,
     ma la vedremo presto....
Sia benedetta la rivoluzione,
     36la breccia e tutto il resto!» —

Ah, Monsignore, attento alle voltate,
     se no l’asino casca.
Di questo calmo ciel non vi fidate;
     40può venir la burrasca.