Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/472

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
440 adjecta.

AVVENTURA


     S'erano amati troppo e poi divisi,
lei per dispetto e lui per gelosia
e quando ella partì, tra due sorrisi
4disse — «Tu mi farai l’anatomia».

     Ei ritornò ai maestri, ai lieti visi
de’ compagni, allo studio, all’allegria,
ma i rimorsi profondi ed improvvisi
8lo tormentavan come una malia.

     Un dì, sul marmo a cui miseria guida
l’umana carne non ancor sepolta
11perchè il coltello indagator l’incida,

     la trovò morta, in un sudario avvolta
e il viso bianco della suicida
14sorrideva per lui come una volta!