Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/477

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

adjecta. 445


     la preda rassegnata
che di levar non osa
21la mano incatenata,
la vittima crucciosa
che il suo destino accetta
24ed il martirio aspetta.

     Ah, guai per chi seguendo
l’error del vizio abietto,
27vedrà del mostro orrendo
lo scellerato aspetto!
Guai! Nelle sue ritorte
30starà tino alla morte.

     Oblio, riposo e pace
invocherà, ma invano:
33la stretta è più tenace
d’ogni contrasto umano
ed aspettar soccorso
36non val contro il Rimorso!