Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/506

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
474 adjecta.

PAROLE


     Dolci parole d’amor, susurrate
presso i cespugli fioriti di rose,
parole dolci, parole gioiose,
4appena dette che mai diventate?

     Salite al cielo col vento e volate
degli angioletti alle labbra amorose,
o, come accade dell’ottime cose,
8parole dolci, nel nulla tornate?

     Ahi, che piuttosto all’inferno dannate
sì come streghe mendaci e schifose,
11forma e veleno di biscie pigliate

     e, tra i cespugli nativi nascose,
mordete al core gli amanti e li fate
14vittime e strazio di cure gelose!