Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/529

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

adjecta. 497

II.


     E fuori, e fuori, ah come ride il sole
sulle pianure verdi e luminose,
baciando i fior dell’ultime viole,
4aprendo i bocci delle prime rose!

     Come cantano al sol le boscaiole
e cantano con lor le selve ombrose!
Ecco Amor che trionfa e che rivuole
8l'inno dei fidanzati e delle spose.

     Amore, Amor, che a senno suo dispose
dell’universo la feconda mole,
11anima dei viventi e delle cose!

     E voi qui senza nozze e senza prole,
come la nuova civiltà v’impose,
14studiate il greco, povere figliole!!