Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/531

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

adjecta. 499

II.


     E pur, se l’occhio del pensier non erra
scrutando il corso delle umane sorti,
la Giustizia verrà dal cielo in terra
4a giudicar sovrana i vivi e i morti

     dando il grano a colui che lo sotterra,
lasciando il frutto a chi coltiva gli orti,
l'ira cessando e la fraterna guerra
8che insanguina la spada in mano ai forti.

     O benedetti e lungamente attesi
giorni santi di pace e d’abbondanza,
11fremer vicina l’ala vostra intesi!

     Lento, ma certo, il regno tuo s’avanza
Giustizia, o dei traditi e de gli offesi
14ultimo sogno ed ultima speranza!