Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/532

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
500 adjecta.

ROMANZE

I.

(Sentimentale)


     Quando sento il suo passo per la via,
palpito e volo alla finestra mia.
3Lo guardo di nascosto e non mi vede,
non alza gli occhi e indifferente va.
Gli ho dato la mia vita e la mia fede,
6gli voglio tanto bene e non lo sa!

     E se dinanzi a lui tremando passo,
impallidir mi sento e gli occhi abbasso.
9Ch’io soffro per amor forse indovina
e del martirio mio sente pietà.
Lo porto fitto in cor come una spina;
12è lui che mi tormenta e non lo sa!

     E forse ora mi guarda ed è qui accanto
e pensa che un mistero è nel mio canto.
15Sente la voce dal dolor turbata,
intende che un segreto in cor mi sta.
E, mentre chiede chi m’ha innamorata,
18io canto per lui solo e non lo sa!