Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/543

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

adjecta. 511

DI NUOVO IN BICICLETTA


     Nel roseo lume della prima aurora,
nella vermiglia pace dei tramonti,
o nel meriggio che avvampando indora
4la messe al piano e la vendemmia ai monti,

     lungo la siepe che di salvie odora,
lungo i verdi sentier, le fresche fonti,
dove il guardo è intercluso e dove esplora
8meravigliosi e liberi orizzonti,

     presso il giardin ridente o il campo arato,
entro le selve susurranti al vento,
11tra il canto degli uccelli e i fior del prato

     sovra il ferreo corsier passo contento
come a novella gioventù rinato
14e sano e buono e libero mi sento.