Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/544

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
512 adjecta.

IN BICICLETTA ANCORA

I.


     All’impulso del piè veloci e pronte
consentono le rote e m’incammino
mentre un lume rosato all’orizzonte
annuncia il sole ad apparir vicino.

     L’ultima stella tramontò sul monte,
i primi bocci aperse il biancospino,
tepido il vento mi baciò la fronte,
canta vigile il gallo. Ecco il mattino!

     e su dagli orti ancor mal desti e soli,
nella nebbia sottil che si disperde,
olezzano i mughetti ed i giaggioli.

     Fugge la strada e il mio pensier si perde
nell’estasi del sogno e par che voli
fra il ciel turchino e la campagna verde.