Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/580

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
548 adjecta.

BANCA ROMANA

I.


Meglio, Trento, per te se dalle mura
     sante aspettasti invano
il vessillo che i patti e la paura
     4respinsero lontano.

Meglio, Trieste, indarno a queste sponde
     tener l’anima fissa;
meglio indarno aspettar che lavin l’onde
     8la vergogna di Lissa.

Deh, non cercate della madre il petto,
     figlie aspettanti ancora,
poichè il fracido cancro ond’egli è infetto
     12o uccide o disonora.

La madre, del vessillo a tre colori
     s’è fatta un origliere
per fornicar, co’ suoi commendatori
     16scappati alle galere.