Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/590

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
558 adjecta.

BOXERS


     Scendono le feroci orde alle valli
ai pingui campi nella pace assorti,
il sangue corre e di sognati falli
4sugl’innocenti fan vendetta i forti.

     Accorron degl’incendi ai lampi gialli
nuove stragi a recar nuove coorti
e sotto al piè de’ barbari cavalli
8crocchian le fracassate ossa dei morti.

     Plaudite al vincitor che ben confida
delle battaglie nel possente Iddio
11e lieto ascolta di chi muor le strida,

     e udite. Al rosso ancor ferro natio
tergendo il sangue, alteramente grida —
14«Guardami Europa. Son civile anch’io!»