Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/636

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
604 adjecta.

QVANDO

IL PREFETTO DEL RE

E IL SINDACO DEL COMVNE

RENDEVANO OMAGGIO

A SVA EMINENZA REVERENDISSIMA

DOMENICO SVAMPA

PRETE CARDINALE DEL TITOLO DI SANT'ONOFRIO

ED ARCIVESCOVO DI BOLOGNA

QUESTO CARME BENE AVGVRANTE

FU DEDICATO


Signor, poi che ti sta supplice ai piedi
questa Felsina tua che un dì sdegnosa
bacio di prete sofferir non volle
costei che, infranto il trono in cui tu siedi,
5cercando libertà tinse gioiosa
del suo sangue miglior l’itale zolle,
absolvi or la pentita e le concedi
l' amplesso del perdono
dimenticando dell’error l’audacia.
10Sii generoso e buono
con chi come a Signor, la man ti bacia
e poi che piango ravveduto anch’io,
misericorde ascolta il canto mio.