Pagina:Le rivelazioni impunitarie di Costanza Vaccari-Diotallevi.djvu/168

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 166 —

fatto una strage, ma hanno avuto cuore di giungere all’eccesso di ferire con armi da fuoco e da punta i cadaveri stessi, inveendo così contro gli estinti. E sarò per nominarne non pochi, cioè quelli che per tali conosco, facendo vedere che la corruzione è giunta anche negli inservienti degli ospedali.

Consulta di Stato per le finanze.

Angelini Francesco di Rieti, che ha per moglie Paolina Giustiniani. È della linea Deangelis, ha di tratto in tratto una regalia, ed è assicurato nel suo impiego.

Consiglio di Stato.

Carocci avv. Tommaso, appartiene al partito ed è stipendiato.

Dedominicis Tosti avv. Giovanni Battista, è ugualmente stipendiato ed assicurato.

Puresi Alessandro, scrittore stipendiato.

Segreteria del ministero dell’interno.

Zampieri cav. Luigi, stipendiato.
Neri Giulio, pure stipendiato.
Fidanza Giuseppe, pure stipendiato.
Napoleoni Luigi, come sopra.
Navona cav. Filippo, come sopra.

Controlleria.

Penati . . . . . . , capo del controllo che abita al palazzo della Scimia a Sant’Antonino de’ Portoghesi al secondo piano, e che ha l’ufficio alla piazza di Monte Citorio N. 427 primo piano. È della linea di Pietro De Angelis della Manziana, gd è semplicemente assicurato.


Bollo e Registro

Compagnoni ... . . ., capo del bollo e registro. È egualmente della linea De Angelis, ed è assicurato.