Pagina:Leonardo prosatore.djvu/246

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
242


Foglie trasparenti al sole.

Non fingere mai foglie trasparenti al sole, perchè sono confuse, e questo accade perchè sopra la trasparenza d’una foglia vi si stampirà l’ombra di un’altra foglia che le sta di sopra, la qual ombra è di termini spediti e di terminata oscurità, e alcuna volta è mezza e terza parte d’essa foglia che adombra, e così tale ramificazione è confusa, e è da fuggire la sua imitazione.

Fogliami diversi.

Sono li alberi infra loro nelle campagnie di varie nature di verde, imperocchè alcuni negreggian, come abeti, pini, cipressi, lauri, bussi e simili, alcuni gialleggian, come sono i noci e peri, viti e verdure, alcuni gialleggiano con oscurità, come castagni, roveri, alcuni rosseggiano inverso l’altunno come sorbi, melagrani, viti e oiriegi, alcuni biancheggiano come salici, olivi, canne e simili.

Disposizione delle foglie sul ramo.1

Sempre la foglia volge il suo dritto inverso il cielo, acciò possa meglio ricevere con tutta la sua

  1. Chiaramente il Vinci vede qui il fenomeno della filotassi.