Pagina:Leonardo prosatore.djvu/308

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
304


sita che nelle prosperità, facendo come lume, che più risplende dove truova più tenebroso sito.


Allegrezza.

L’allegrezza è appropriata al gallo, che d’ogni piccola cosa si rallegra, e canta, con vari e scherzanti movimenti.


Tristezza.

La tristezza s’assomiglia al corbo, il quale, quando vede i sua nati figlioli essere bianchi, per lo grande dolore si parte, con tristo rammarichio gli abbandona, e non gli pasce, insino che non gli vede alquante poche penne nere.


Avarizia.

Il rospo si pasce di terra, e sempre sta macro perchè non si sazia; tanto è ’l timore, che essa terra non li manchi.


Correzione.

Quando il lupo va assentito intorno a qualche stallo di bestiame, e che, per caso, esso ponga il piede in fallo, in modo facci strepito, egli si morde il piè, per correggere da tale errore.