Pagina:Leopardi - Canzoni, Nobili, Bologna 1824.djvu/164

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

(164)


de’ nomi aggettivi (come praticarono i Latini), e per lo contrario i nomi aggettivi in luogo de’ participii; secondo che diciamo lodato o laudato per lodevole1 onorato per onorevole; fidato per fido, rosato in vece di roseo; e dall’altro canto affannoso per affannato, doloroso per dolorato, faticoso per affaticato2; o come quando si dice essere o aver pieno o ripieno o morto per essere o aver empiuto o riempito o ucciso. Anche diciam ordinariamente essere o aver sazio, privo, quieto, fermo, netto, e mille altri, per essere o aver saziato, privato, quietato, fermato, nettato. Ma lascio questo, perchè possiamo credere che si faccia piuttosto per contrazione degli stessi participii che per surrogazione degli aggettivi. In sostanza ferrato detto per ferreo mi par ch’abbia tanto dell’italiano quanto n’ha rosato in cambio di roseo. Nel secondo luogo soggiungerò che, quantunque io non sappia di certo se i nostri poeti antichi e moderni, quando chia-

  1. Petr. Canz. O aspettata in ciel beata e bella, st. 5.
  2. Sannaz. Arcad. egl. 2, v. 12.