Pagina:Leopardi - Operette morali, Gentile, 1918.djvu/308

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


244 — sa che oramai non si trovano in uomo nato, e certi enti razionali o fantastici, adorati già lungo tempo addietro, ma ora tenuti internamente per nulla e da chi gli nomina, e da chi gli ode a nominare. Che si usino maschere e tra- 5 vestimenti per ingannare gli altri, o per non essere cono¬ sciuti ; non mi pare strano : ma che tutti vadano mascherati con una stessa forma di maschere, e travestiti a uno stesso modo, senza ingannare 1’ un l’altro, e conoscendosi ottima¬ mente tra loro; mi riesce una fanciullaggine. Cavinsi le 10 maschere, si rimangano coi loro vestiti; non faratino minori effetti di prima, e staranno più a loro agio. Perché pur finalmente, questo fìnger sempre, ancorché inutile, e questo sempre rappresentare una persona diversissima dalla propria, non si può fare senza impaccio e fastidio grande. Se gli 15 uomini dallo stato primitivo, solitario e silvestre, fossero passati alla civiltà moderna in un tratto, e non per gradi; crediamo noi che si troverebbero nelle lingue i nomi delle cose dette dianzi, non che nelle nazioni 1’ uso di ripetergli a ogni poco, e di farvi mille ragionamenti sopra? In verità 20 quest* uso mi par come una di quelle cerimonie o pratiche antiche, alienissime dai costumi presenti, le quali contuttociò si mantengono, per virtù della consuetudine. Ma io che non mi posso adattare alle cerimonie, non mi adatto anche ' a quell’ uso ; e scrivo in lingua moderna, e non dei tempi 25 troiani. In secondo luogo; non tanto io cerco mordere 3 A nomina —* 5 A altri — conosciuti, — 6 A strano, — 7 A maschere - 8 A altro — 10 AM co' — 12 A finalmente — 15 A silvestre — 16 A gradi, 22 A mantengono — 24 A uso, — moderna — 25 A luogo, 2 molto tempo — 3 nulla da —— 11-4 agio. Se gli — 11-2 Perché questo — 12 questo rappresentare perpetuamente — 16-7 passati subitamente e non per gradi — moderna, crediamo — 19 a ogni tratto — di sopra ? — 24 de’ tempi — 25 soglio mordere —