Pagina:Leopardi - Operette morali, Gentile, 1918.djvu/80

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


vivi sarà poco dissomigliante da quella dei sepolti. Ma in questa disperazione e lentezza non potranno fuggire che il desiderio di un’ immensa felicità, congenito agli animi loro, non li punga e cruci tanto più che in addietro, quanto sarà 5 meno ingombro e distratto dalla varietà delle cure e dal- l’impeto delle azioni. E nel medesimo tempo si troveranno essere destituiti della naturale virtù immaginativa, che sola poteva per alcuna parte soddisfarli di questa felicità non possibile e non intesa, né da me, né da loro stessi che la 10 ^sospirano. E tutte quelle somiglianze dell’ infinito che io studiosamente aveva poste nel mondo, per ingannarli e pascerli, conforme alla loro inclinazione, di pensieri vasti e indeterminati, riusciranno insufficienti a quest’ effetto per la dottrina e per gli abiti che eglino apprenderanno dalla 15 Verità. Di maniera che la terra e le altre parti dell’uni¬ verso, se per addietro parvero loro piccole, parranno da ora innanzi menome ; perché essi saranno instrutti e chiariti degli arcani della natura; e perché quelle, contro la pre¬ sente aspettazione degli uomini, appaiono tanto più strette 20 a ciascuno, quanto egli ne ha più notizia. Finalmente, per¬ ciocché saranno stati ritolti alla terra i suoi fantasmi, e per gl' insegnamenti della Verità, per li quali gli uomini avranno piena contezza dell'essere di quelli, mancherà dalla vita I AMF a quella — 3 AMN una — 4 non gli — 5 AMF ingombrato — 8 AMF potea — 9 A intesa né da me ni — 10 AMF dello — 11 AMF avea — A mondo — 13 AMF queito — 14 A e gli — 15 AMF Di maniera tale — 16 AMF picciole —- 17 A menome, — AMF perchè i mortali — F istrutti — 18 natura, I de* — 3 d' una — 5 »trari tanto — 9 loro medesimi — 10 bramano —- rassomiglianze —- 12 secondo la loro — 15 Di modo — 19 appaiono a ciascuno piti strette secondo eh' — 20 Finalmente, per la partita de’ fan» tasmi, i quali io ritrarrò dal consorzio degli uomini [Finalmente, perché] 22 Verità, dalla quale essi mortali — 23 della vita