Pagina:Leopardi - Puerili e abbozzi vari, Laterza, 1924.djvu/105

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

v. epigrammi 99

EPIGRAMMI


I


     Ben di nume l'aspetto e lo splendore
può dirsi aver Damon, mentre somiglia
Vulcan ne' piedi suoi, negli occhi Amore.


II

Per una civetta.


     Ecco l'augel di Palla; il suo pavone,
vago per mille e mille almi colori,
ben può Giuno scordare al paragone.


III

Epitaffio ad una cagnolina.


     Morta Dorina è qui; Pirata dea
la trafisse de' boschi, a sdegno mossa
perché in beltade i cani suoi vincea.


IV

Sopra l'incendio del tempio di Diana in Efeso.


     Breve per farsi al sommo onor la via,
arse taluno di Lucina il tempio:
ben presto in fuoco e fiamme il mondo andria
se ognun seguisse un si felice esempio.