Pagina:Leopardi - Puerili e abbozzi vari, Laterza, 1924.djvu/120

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
114 i. puerili


II

LE MINACCE

Epigramma di Musicio o di Platone.


     Cipri alle muse: — O giovani,
voi mi negate onore,
ché si che, a gastigarvene,
d'armi rivesto Amore. —
     Le muse: — A Marte, o Venere,
serba d'Amor le offese,
per noi quel fanciul perfido
non anco il volo apprese. —


III

AMOR PRIGIONIERO

Ode di Anacreonte.


     Stretto fra lacci rosei
le muse il nume arciero,
il dieder prigioniero
in man della Beltà.
     Ciprigna or, mesto il ciglio,
prega e mercé promette
perché l'incauto figlio
ritorni in libertà.
     Che vai? benché cortese
taluno Amor disciolga,
poi ch'a servire apprese,
servire ognor vorrà.