Pagina:Leopardi - Puerili e abbozzi vari, Laterza, 1924.djvu/125

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


VII

DIALOGO FILOSOFICO

sopra un moderno libro intitolato

«Analisi delle idee ad uso della gioventù»

(1812)


     Dominus Deas meus... docet
manas meas ad proelium et di-
gitos tneos ad bellum.


PREFAZIONE


Il celebre Algarotti compose dialoghi ad imitazione di Fontenelle; uno ne scrissi io ad imitazione di Roberti. Questi fe' il Dialogo sopra il lusso per difendere un suo libro; io composi questo per confutare un libro altrui. L'errore, il quale va tacitamente insinuandosi per ogni dove, di non pochi le menti ha guaste ed i cuori; ma ferma però rimane tuttora e rimarrà sempre la religione. Gli empi seduttori non giungeranno giammai a distruggerla, né la sparsa zizzania potrà mai fare inaridire la piantagione di Cristo. Uomini perduti assalgono invano la inespugnabile ròcca di Sion, ché salda sempre resisterà questa agli urti ed agli sforzi degli empi. Ma non invano però cercan questi di corrompere lo spirito di uomini creduli alle favole ed alle menzogne; ahi, non invano! ché, bevendo non pochi a fonti avvelenate, si lascian miseramente sedurre e cadono ne' lacci tesi loro dall'empietà. Ad impedire codesta si fatale seduzione sforzaronsi uomini illuminati