Pagina:Leopardi - Puerili e abbozzi vari, Laterza, 1924.djvu/223

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Ili - TELESILLA 217 IL PRIMO PASTORELLO Che fate? oh Dio! mi spiace di queste pecorelle: io non ritrovo 45 che ra’aggia a far: bisognerà ch’io fugga. DANAINO (a cavallo) Olà! quel pastorei, férmati ; un motto: ascolta, dove corri? ascolta un poco, non mi fuggir. IL PRIMO PASTORELLO Che vuoi? lasciami andare. DANAINO Hai tanta fretta? o ch’io ti fo paura? IL PRIMO PASTORELLO 50 Forse thè non me n’hanno a far quell’armi? DANAINO Fa’ cor, vien’ qua, non dubitar, non fanno male a nessuno. IL PRIMO PASTORELLO Or non vegg’io quell’asta insanguinata? DANAINO È sangue d’un nemico, ch’ucciso ho poco lungi. Agl’inimici 55 questa lancia fa danno, ai pastorelli non fa discortesia. Dimmi, non usi pascere in questo colle?