Pagina:Lettera ai Signori Corbellini, De Welz, A. G. e Compagni.djvu/21

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

21

tamenti della nuova Banca di Lione. La nostra Cassa di Risparmio non ha trovato otto milioni al tre per cento? e l’afflusso del denaro non è forse tale, che a forza di Regolamenti bisogna respingerlo? Credete voi che non troverebbe denaro anche a più basso interesse, quando lo accettasse in massa, dai ricchi e a brevi termini, e prescindesse dal principio d’un mero Instituto di carità? Non potreste voi imparare anche un’altra cosa dalla Cassa di Risparmio, cioè un modo men costoso d’amministrazione e di censura? Intendiamoci però bene che le cose si vogliono adattare alla diversa tendenza dei due Instituti, l’uno gratuito e l’altro mercantile. Del resto l’idea di adottare il pegno delle sete come impiego ai fondi delle Casse di Risparmio, fu già coltivata da un ragguardevole nostro concittadino, assai benemerito di quella Instituzione.

Ma perchè perder più tempo a dimostrarvi che coi Capitoli Fondamentali non si può andare, quando voi stesso mi venite narrando che «le sorgenti di vantaggio non si restringono alle succennate», e che in effetto all’Instituto di Pegno e Sconto, si aggiungerà un Instituto di Stagionatura, e un Instituto di Conti correnti? Dunque dei Capitoli Fondamentali non si parli più. L’oggetto pel quale scrissi è vinto. Chiamatemi pur nemico; inveite; ingiuriate: dacchè voi, eruditissimo signore, citate i Romani, io citerò i Greci e vi dirò col gran marinaio: Batti, ma ascolta.

Ma qui nasce un’altra grave questione che non è tale da risolversi in un mero consiglio. Voi non mostrate di sapere che il carattere distintivo delle Società Anonime è questo che gli Amministratori sono irresponsabili finchè stanno rigidamente agli Statuti. Quindi siffatte Società non portano nome di persone, ma s’intitolano dall’impresa che fanno. Questa irresponsabilità è un privilegio o vogliam dire l’effetto d’una legge speciale che fa eccezione al corso consueto delle cose.

Se l’impresa cangia menomamente, se lo statuto si estende, la società anonima non è più identica; quindi non è più legale. Bisogna stringere un nuovo Patto e ottenere un nuovo