Pagina:Lettere d'una viaggiatrice - Serao, 1908.djvu/385

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
378 lettere d’una viaggiatrice

egli fu, a quello che gli piacque, farsi semplice, farsi umile, e chiedere a Dio uno spirito, degno di vivere nelle altitudini e di amarle...


E come potrebbe esser mondano, questo poetico, leggiadro e piccolo Gressoney?.. Esso non conta, normalmente, più di novecento abitanti. Fra il grazioso, ma piccolo albergo Delapierre, fra il meno grazioso ma anche piccolo albergo del Monte Rosa, è impossibile che vi si alloggino più di sessanta villeggianti: a mille anime Gressoney non arriva mai. La colonia più importante, quella del Delapierre, varia da venticinque a trentacinque persone questo è tutto. L’accesso, se non difficile, è lungo: quattro ore di mulo, da {{w:Issime|Issime]], qui sgomentano, dopo tre ore di carrozza da {{w:Pont-Saint-Martin (Italia)|PontSaint Martin]] a Issime, dopo tre ore di ferrovia da Torino a Pont-Saint Martin. La gente