Pagina:Manuale di economia politica con una introduzione alla scienza sociale.djvu/279

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
[§ 65-66] i gusti 269

sono tali che le inclinazioni di quelle tangenti su o A vanno crescendo quando ci allontaniamo da o Fig. 347 movendo verso Q.

L’inclinazione di q m su o A ci dà il prezzo della merce A. Si noti che, per chi si trova in q, l’equilibrio non è possibile con una retta maggiormente inclinata su o A, ossia con un prezzo maggiore. Se dunque il prezzo minimo di A è dato dalla inclinazione della q m su o A, chi ha o q di entrata può appena principiare a comperare della A; chi avesse solo o q' di entrata non ne potrebbe comperare punto, poichè la tangente q' m' è meno inclinata su o A di q m. Chi invece si trova in q' può comprare una certa quantità della merce A, perchè q'' m'' è maggiormente inclinata di q m su o A. Quindi allorchè una merce ha un prezzo minimo, al disotto del quale non si può avere, solo chi ha un’entrata maggiore di un certo limite ne compra. Ciò, come ben si sa, corrisponde alla realtà.

66. Così, e tenuto conto della gerarchia delle merci (§ 19), abbiamo una discreta rappresentazione del fenomeno concreto. Supponiamo di avere diverse serie A, B,.... di quelle merci che si sostituiscono vicendevolmente.