Pagina:Manuale di economia politica con una introduzione alla scienza sociale.djvu/383

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
[§ 29-31] la popolazione 373


29. L’inversa di tale proposizione ha valore con una eccezione teorica che difficilmente può verificarsi in pratica1, onde si può ritenere, tolta quell’eccezione, che abbia luogo la proposizione seguente

Ogni qualvolta il totale delle entrate cresce più rapidamente che la popolazione, ossia quando cresce la media delle entrate per ogni individuo, si producono, separati o congiunti, gli effetti seguenti. 1.° Un aumento nell’entrata minima; 2.° Una diminuzione della disuguaglianza delle entrate (§ 24).

Per dimostrare tali proposizioni occorre aver ricorso alla matematica, e perciò rimandiamo al Cours.

30. La tendenza che ha la popolazione a disporsi secondo una certa forma riguardo alle entrate ha per conseguenza che le modificazioni recate a certe parti della curva delle entrate si ripercuotono sulle altre; onde, in ultimo, la società, riprende l’usata forma, come una soluzione di un sale dà sempre cristalli simili, grossi o piccoli che sieno.

31. Se, per esempio, si togliesse tutta l’entrata ai più ricchi cittadini, tagliando Fig. 58.per tal modo la parte e d c della figura delle entrate, questa non rimarrebbe già colla forma a b d e; ma tosto o tardi si ricostituirebbe secondo la forma a t s, simile alla primitiva. Similmente ove una carestia od altro accidente di quel genere togliesse lo strato inferiore a k b f della popolazione, la figura non rimarrebbe già colla


  1. Cours, II, p. 323, 324.