Pagina:Marinetti - Il tamburo di fuoco.djvu/78

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

zarono il progresso. Come loro, voi dovete uscire dal vostro letargo. Questo letargo è dovuto all’isolamento, al clima torrido e alla terra generosa che non esige sforzi. È dovuto anche al rhum e all’abuso della donna. Non siete certo inferiori ai bianchi. I quindicenni negri valgono i quindicenni bianchi. Farò di voi dei meccanici, dei fabbri, dei costruttori di città. V’ispirerò la volontà di sapere le relazioni che corrono tra il fuoco e l’acqua che bolle nella vostra pentola. Ora voi non vedete che una successione di fatti, un giorno vedrete un rapporto di causa e d’effetto. Credo nella perfettibilità della razza negra. Verrà un giorno in cui i negri penseranno fuori dalle loro sensazioni. Penseranno idee che non si pagano ne servono a pagare, come queste: Bontà, Generosità, Patria, Progresso, Sacrificio, Ideale, Assoluto. Voi oggi non rispettate che la forza. Però se uno batte la propria madre, voi gli gridate: «Non fare così; è male!». Se uno veglia sua madre morente, voi gli dite: «Ciò che fai è bene!». La vostra anima ha un solo modo di esprimersi: la musica. Ma siete musicisti ciechi e muti. I vostri strumenti

72