Pagina:Marinetti - Teatro.djvu/480

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Imprecisi

Chi? Rara?

Il seduttore di treni

Si, Rara. Carina!... Prende lezioni di nuoto da quella foca, il banchiere Bor. Col mio specchio ora le appiccico sul naso un farfallone d’oro!... Si esasperano!

Rara

invisibile, dal mare:

La finisca lei!

Il seduttore di treni

Sirena!... Tritoneee! Bel Tritoooneee!...

Bor

dal mare:

Spiritoooso!

Imprecisi

al cameriere:

Cosa c’è di buono da mangiare?

Il cameriere

Trote ideali. Le prenda. Fra poco giungerà il battello. Non potrò più servirla accuratamente.

Imprecisi

Trota, dunque. La lontananza dalla stazione mi dà appetito, malgrado il caldo. Questo lago ha una fama scroccata. Vi si prendono dei bagni bollenti. Mi dica, Sottili, lei conosce bene Rara?

Sottili

Una fugace conoscenza... di specchio, ma posso presentarvi. La vostra celebrità di bellissimo capostazione vi ha certo preceduto nel suo cuore.


479