Pagina:Marinetti - Teatro.djvu/524

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


forme di scambio per i veicoli proiettili. Gli edifici espansivi e a piani centrifughi saranno conici, ovoidali, parallelepipedi, semisferici. Ascensionalità di linee. Piani e volumi costruiti fuori della verticalità dell’asse di sostegno fuori della orizzontalità, o minacciose obliquità, eccentricità e polieccentricità.

Avranno volte lanciate a duellare con pilastri e archi in fuga. Avranno un’infinita varietà di curve sotto le loro armature di ferro che continueranno il profilo costruito con un profilo provvisorio dando così il senso dell’infinito sviluppo.

Fongo

interrompendolo:

No! Bisogna distruggere le armature quando l’edificio è compiuto. Viva la faccia bene lavata e rasata! Le armature sono barbe!

Ballamar

continuando a leggere:

Le armature sono ali! Gli edifici avranno una resistenza elastica allenata alle furibonde cornate del vento e del mare. Gli edifici avranno smisurati e taglienti petti di struzzo e terrazze piroettanti. Le dighe dei nuovi porti avranno le forme sintetiche delle onde e dei pesci.

Creeremo i teatri delle ombre proiettate, edifici il cui profilo mobile ornato di nuvole artificiali di alluminio, cristallo o stoffe stamperà sulla pianura circostante un dramma di ombre ingigantite.

a) Riplasmiamo il mare mediante nuovi tipi di onde! Nuove molle d’acqua, nuove spirali d’acqua con progressione aritmetica e progressione geometrica, botole ellittiche d’acqua altalenante.

Sopra molti triangoli d’acqua equilaterali avremo nuove curve di mare che lanceranno da un foro del loro dorso la loro verde-bianca anima gassosa.


523