Pagina:Memorie dei Conti di Thunn 1839.djvu/43

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search






Dignità sostenute dai signori di Tono, ed azioni che resero molti di loro distinti nella società.


N

e’ secoli in cui non si usavano i cognomi, è certa prova che un uomo era di nobile casato se trovasi ch’ei fu più volte presente a solenni atti con altri uomini già d’altronde cogniti come nobili, e se conosciuti nobiluomini intervennero a qualche atto che riguardava lui e la sua famiglia.

In molte carte pubblicate dal P. Bonelli e in altre ancora che erano nell’archivio di Trento, e sono in quelli de’ conti Thunn, si leggono i nomi di molti signori, detti ora di Tono, ora di Tuno, ora di Tun, che furono