Pagina:Memorie della Accademia delle Scienze di Torino, Tomo XXIX.djvu/506

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
90 monumenti geroglifici

Signor del mondo, e riuniti, il re del popolo obhediente sigftor del moudo. II carlello die segue, 11 fjualc non conlerra che soli tiloli, lia un disco, chc ne’ carlelli coloratl e sempre dipinto in rosso, ed espriine il sole o Re, io scettro, che teruaina a foggia di testa di scaciil, la imagine d’ una Dea avente una lunga penna sul capo, cd il segno della vita divina suite ginoecliia, la cpiale e Sote, o la Giunone Egiz.ia. Tutti cotesli scgni sono figurativi, i quali unitaincnte a qiielli clie seguouo si leggeranno Re, Sate appro^’ato dal Sole, oppure, // protetto da Re Sate approvato dal Sole. I due segni die precedono I’altro cartcllo, uno fonetico, e raltro figurative r oca vidpansere, e il disco solare, si leggono Jigliuolo del Sole: poidie l’ oca, aj, in lingua cofta, unitamente alia lineetta perpeiidicolare, la quale spesso si tralascia per brevita, e die si traduce per 31 o G, dice oja, tye, e vale cpianto Jiglluolo NATUs. Nel cartello si scorgono in primo luogo due divinita, il Dio Anione riconoscihile per le due grandi piurae delle quali ha ornato il capo; e Ra o Re ben nolo pel disco solare che gli pende sul capo. I quattro segni seguenti sono fonetici: il piedestallo o la predella M, il secondo ch’io chiamero matassa altra M, la linea ricurva, e l'"arboscello" due SS. La M espressa per la predella e l'abbreviazlone di u&r, amato: talche accozzando codesti segni fonetici e figurativi si leggera, Amato da Amone Ramses. II cartcllo ddla cintura si legge nella stessa maniera, e non ci prcsenta che uua sola varicta nel caratterc abbreviato di Mdt, che invece della predella e ivi indicato dall’ Omofono, la carctla o zappa. II significato dell’ intiera leggenda saru dunque. Be del popolo obbediente signor del mondo (Re Sate approvato dal Sole) figliiiolo del Sole signor delle tre regioni (amato da Amone Ramses). I carlelli reali di cotesto re Ramses, o Ramesses, che e uno stesso personaggio col celebre Sethos, Sethosi, Sesoosi, o Sesostri di Manelone, primo re, e capo della diecinovesima dinastia, \ivente nou più tardi di i5oo amii prima dell’ Era volgare, coprono i più sontuosi edifizi di Ipsamboul, Calabsche, Ghirche,