Pagina:Memorie storiche della città e del territorio di Trento - parte prima.djvu/135

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
124 memorie storiche

gono in quel Regno diverse grandiose Signorìe, e nel Trentino il Castel di Mattarello, e Castel Maretsch in Bolgiano, ed il palazzo detto Gallasso nella città di Trento. Dalla linea di Castel Brughiero uscì poi anche la linea de’ Conti di Thunn di Castel Caldès.

Presso la villa d’Osana in Val di Sole trovasi un antico castello di tal nome, il quale ne’ secoli decimoquarto e decimoquinto veniva posseduto a titolo di feudo dalla famiglia de’ Signori de Fedricis venuti colà da Val Camonica.

Presso il villaggio di Caldès in Val di Sole v’è il castello di Caldès, in latino Castrum Caldesii, che apparteneva alla famiglia nobilissima de’ Signori di Caldès, la quale s’estinse l’anno 1579. L’ultima di questa famiglia essendosi congiunta in matrimonio con un conte di Thunn della linea di Castel Brughiero, in questa passò il castello e tutto il retaggio dell’estinta famiglia de’ Signori di Kaldès.

V’hanno pure nell’Anaunia alcuni altri castelli di minor conto, ch’io passo sotto silenzio, e nel parlare di quelli, che ho nominati, io ho seguito, e compendiato ciò che ne ha scritto il nostro storico Maffei.

Tra le cospicue famiglie dell’Anaunia convien pure annoverare le seguenti:

I. La famiglia ora spenta de’ Baroni di Pezzen, che fioriva nel secolo decimoquimo, e che fabbricò in Croviana un bel palazzo,